Archivi categoria: Eventi

Transgender Day of Remembrance 2010

Oggi mi gira per la testa una frase scritta da un amico su un social network, in merito a una discussione sui diritti delle persone omosessuali.

Diceva, in modo evidentemente provocatorio, che dovremmo avere tutti la pelle blu, perché se fossimo immediatamente riconoscibili non solo le persone dovrebbero prendere coscienza della nostra diversità, ma noi stessi saremmo spinti a fare qualcosa in più per ottenere i nostri diritti.

Le persone transgender di fatto hanno la pelle blu.

La loro diversità è scritta sui loro corpi spesso a chiare lettere, e viene riportata sui loro documenti: questo le rende facili prede della violenza generata dall’ignoranza.

Io non sono una persona transgender, ma questo tema mi riguarda. Riguarda gli amici e le amiche che lo sono, riguarda i figli o i nipoti che potrei avere, o la donna di cui potrei innamorarmi.

Oggi si celebra in tutto il mondo il dodicesimo Transgender Day of Remembrance, per ricordare la vittime della transfobia.

Napoli Pride 2010: un successo oltre le aspettative

“Alla luce del sole”. E’ questo lo slogan che il comitato organizzatore ha scelto per il primo Pride nazionale svoltosi a Napoli il 26 Giugno. Un evento di cui probabilmente parleranno diverse generazioni di napoletani (e non solo) visto che costituisce un unicum nella storia del capoluogo campano e in quella del movimento LGBT italiano.

“Alla luce del sole”, nonostante la pioggia che ha graziosamente incorniciato questo Pride, precipitando solo all’inizio e alla fine della parata, spazzando via il caldo e refrigerando i partecipanti – alla faccia delle malelingue e di chi presagiva l’arrivo imminente dei monsoni.

Alle 9:30, diciassette carri vengono predisposti in coda in Piazza Cavour: la piazza “lunga” che traccia il confine tra il centro storico e la Sanità, uno dei quartieri popolari più poveri e vivaci di Napoli.

Continua la lettura di Napoli Pride 2010: un successo oltre le aspettative

Mix Milano 2010, 24° festival gaylesbico all’insegna della solidarietà. Agli altri.

È un Mix strano, questa ventiquattresima rassegna milanese di cinema gaylesbico al Teatro Strehler in questi giorni.

Con un tema, quello omosessuale, che sembra passare quasi in sordina rispetto allo stato di crisi generale in cui versa l’Italia, attraversato dai moti di protesta dei lavoratori e degli operai. Quasi a voler rispondere a quelli per i quali “i gay sono capaci solo di parlarsi addosso, si interessano solo ai loro problemi”.

Dello stato in cui versano gli omosessuali in Italia, durante la cerimonia di apertura che si è tenuta lo scorso 22 giugno, quasi non si è fatta parola. Una scelta coraggiosa, e anche apprezzabile.

Continua la lettura di Mix Milano 2010, 24° festival gaylesbico all’insegna della solidarietà. Agli altri.

International Business Equality Index 2010: LGBT e mondo del lavoro

L’incontro del 18 giugno a Milano dedicato alla presentazione dell’International Equality Index, ha rappresentato una ventata di freschezza e di speranza per il panorama LGBT.
Mentre le aziende si accorgono del fatto che il sostegno e l’inclusione del mondo gay, lesbico e trans* possano rappresentare un valore d’immagine e di produttività, il Ministero delle Pari Opportunità porta avanti alcuni progetti per l’integrazione e contro l’omofobia.

Il problema fondamentale è che i due mondi, quello politico-sociale e quello commerciale, sembrano posti su due livelli lontanissimi.
E il modello più incisivo, neanche a dirlo, sembra quello privato.
Continua la lettura di International Business Equality Index 2010: LGBT e mondo del lavoro

Fiaccolata contro l’omofobia a Roma: quello che non tutti hanno visto

ROMA, 31 Maggio 2010. Sono arrivata di fronte al Coming Out alle 21:20 circa e sono stata accolta da una folla di circa 150 persone che sventolavano bandiere rainbow e stringevano delle fiaccole tra le mani. Presenti anche i rappresentanti dell’associazionismo LGBT romano (con una corte di fotografi al seguito) e la deputata del PD Anna Paola Concia, da sempre impegnata sul fronte dei diritti delle persone LGBT. Dopo un po’ il corteo è partito e per circa 15 minuti abbiamo bloccato il traffico in via dei Fori Imperiali; in seguito abbiamo svoltato in via Cavour, la strada centrale – ma molto isolata – in cui qualche giorno fa è stato aggredito il giovane ragazzo gay. A quel punto la fiaccolata è diventata una riunione tra intimi ed ha perso ogni senso.

Continua la lettura di Fiaccolata contro l’omofobia a Roma: quello che non tutti hanno visto